Foglio parrocchiale

 

Novembre

 

IL DOVERE DELLA RICONOSCENZA

Il mese di Novembre è dedicato – secondo una antica tradizione radicata nella pietà popolare – al ricordo dei defunti: La visita al cimitero, i fiori, i lumini sono segni esteriori con i quali esprimiamo il nostro affetto e la nostra riconoscenza ai nostri cari che hanno lasciato questo mondo. Da essi abbiamo ricevuto il dono della vita, la trasmissione della fede, l’eredità di un ambiente urbano e agricolo plasmato dalle loro fatiche.
Come cristiani non dobbiamo dimenticare di ricordarli anche nella preghiera di suffragio attraverso la quale rinsaldiamo quel legame che la Chiesa chiama “comunione dei santi”.
Il ricordo dei defunti dovrebbe offrirci anche l’occasione per meditare sul destino ultimo dell’uomo, redento da Gesù e destinato ad essere partecipe della sua risurrezione per una vita che non avrà fine.

TRE MOTIVI PER DIRE GRAZIE

Il 25 ottobre in molti si sono uniti a Don Mario per dire grazie al Signore per i suoi 45 anni di sacerdozio, 70 anni di vita e 10 anni di permanenza nella comunità parrocchiale di S. Maria Nuova. Alla celebrazione eucaristica animata dal coro parrocchiale ha fatto seguito un momento conviviale nel teatro parrocchiale durante il quale è stato consegnato a Don Mario il regalo della comunità.
Anche da questo giornalino Don Mario ringrazia tutti coloro che hanno organizzato e preso parte a questo momento di festa, come anche coloro che, non potendo essere presenti quella sera, si sono uniti spiritualmente.

CRESIME IN PARROCCHIA

Domenica 18 ottobre nella chisa parrocchiale Bernabucci Chiara, Cenciarini Edoardo, Cenciarini Sofia, Laban Jaqueline, Pastori Giorgio, Schiaffino Simone hanno ricevuto il sacramento della Cresima, per l’imposizione delle mani e l’unzione con il Crisma,del vescovo Lino.
Nel corso della cerimonia molto sentita e partecipata dai presenti il Vescovo ha invitato i giovani cresimati a proseguire nell’approfondimento del messaggio del Vangelo e ad impegnarsi nella comunità con gesti concreti di condivisione e fraternità.

BEATI I COSTRUTTORI DI PACE

E la chiamano vittoria!
La Prima Guerra Mondiale di cui in questi giorni ricordiamo la fine, ha lasciato dietro di sé 12 milioni di morti, e altrettanti feriti e mutilati.
La nostra Parrocchia intende ricordare la fine del conflitto con una solenne celebrazione nella quale pregare e onorare i caduti e rinnovare l’impegno di ciascuno di noi a favore della pace e della non- violenza.
Per questo domenica 11 novembre ci ritroveremo con tutti coloro che condividono questi ideali nella chiesa di S. Maria Nuova alle ore 12,10 per la celebrazione della S. Messa alla quale seguirà un breve momento celebrativo .
L’animazione della cerimonia, voluta dal Consiglio Pastorale Parrocchiale, è stata curata dai vari gruppi parrocchiali.